IN AGENDA

Anello Da l’Abbazia di Farfa a Fara sabina e Toffia at Abazia Di Farfa, Rieti

Dall’Abbazia di Farfa il sentiero sale gradatamente aggirando Monte Acuziano, fino ad un fontanile. Da qui parte un sentiero quasi invisibile sulla destra che, con continui cambi di direzione, conduce ai resti dell’Abbazia di San Martino. Dall’altura si scorge, arroccata sul Monte Bruzio, Fara Sabina che è il nostro prossimo obiettivo. Riscendiamo per lo stesso percorso e al fontanile ci dirigiamo verso il Passo denominato Quattro Venti. Si ricomincia a salire con il sentiero che dopo qualche tornante raggiunge Fara Sabina. Si riparte per scendere verso Toffia, dove sosteremmo per il nostro pranzo , uno sguardo all’interno del paese molto curato e pulito e si continua a scendere per guadagnare la valle. Si attravera un ponticello traballante e si inizia l’ultimo strappo, costeggiando delle fattorie con rivendite di prodotti locali vari. Si arriva nuovamente all’Abbazia di Farfa.

DIFFICOLTA’: E
DISLIVELLO: 600 mt
TEMPO DI PERCORRENZA: circa 7 ore
LUNGHEZZA: circa 13 Km.
CONTRIBUTO ASSOCIATIVO DI PARTECIPAZIONE: € 10 TESSERA FederTrek: obbligatoria: € 15 –minori € 5
COSA PORTARE: Almeno 1,5 litri d’acqua a testa, pranzo al sacco, cappellino, crema solare, bastoncini da trekking
ABBIGLIAMENTO: Scarpe da trekking alte obbligatorie, ghette, abbigliamento da trekking invernale a strati con indumenti traspiranti e antivento/antipioggia. Consigliabile tenere nella zaino, cappello, guanti e torcia.
TRASPORTO: Auto proprie (l’autista non paga la benzina e l’autostrada)
APPUNTAMENTO: h 7,30 Fermata Metro B Rebibbia davanti al bar “Antico Casello”

N.B.: La gita sociale è riservata esclusivamente ai tesserati FederTrek, in regola con il tesseramento. Si ricorda inoltre ai partecipanti che è obbligatoria l’esibizione della tessera FederTrek e la trascrizione del numero da parte degli accompagnatori. L’attività proposta può subire cambiamenti a discrezione degli accompagnatori per ragioni di sicurezza e di opportunità per il gruppo, pertanto ogni tesserato è tenuto a rispettare le modalità di partecipazione stabilite dagli accompagnatori, seguendo le loro indicazioni. In caso contrario, verrà meno il rapporto di affidamento e, quindi, l’eventuale responsabilità verso chi sceglie percorsi o modalità differenti da quelle indicate. I soci sono tenuti ad essere preparati fisicamente e tecnicamente, nonché di essere equipaggiati con abbigliamento e attrezzature adeguate alle esigenze dell’escursione programmata .*Per la divisione delle spese auto tra i passeggeri, si consiglia di applicare le tabelle ACI (€ 0,20– calcolo medio secondo il tipo di vettura e il numero dei passeggeri).
*E’ obbligo dei soci conoscere, leggendo attentamente, il “REGOLAMENTO per i SOCI partecipanti alle attività del GEP” presente nel sito, alla voce “IL GEP”.

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI: Telefono, Whatsapp, Email,Messanger.
AEV Maurizio GALANTE 331 2840378 Z2FsYW50ZW1hdXJpemlvNzUgfCBnbWFpbCAhIGNvbQ==
AEV Marcello CREMONESE 3485419084 c2FuZ2lhY29tbzIwMTUgfCBnbWFpbCAhIGNvbQ==

Source link