IN AGENDA

Laboratorio Rieducazione Visiva PVS (integrato c/Metodo Bates) at Via Francesco Solidati, 12, 02043 Contigliano RI, Provincia di Rieti


COS’E’ L’EDUCAZIONE VISIVA

L’educazione visiva serve per prevenire, rallentare, fermare o migliorare i difetti visivi. Essa può essere praticata a due diversi livelli: preventivo o allenante. Nel primo caso l’impegno non è eccessivo e si lavora sul modificare alcuni comportamenti quotidiani, nel secondo caso è necessario un maggiore impegno e responsabilità personale nella pratica.
Nella prevenzione si imparano alcune regole comportamentali.

Per migliorare invece è necessario un TRAINING VISIVO; questo seminario verterà sul training di Power Vision System (PVS) e come integrarlo con altre pratiche affini (Bates, cromoterapia, Gottlieb ecc).
PVS è composto da esercizi di stretching per i muscoli oculomotori, esercizi di fusione binoculare ed esercizi di defocus retinico (=stimoli di messa a fuoco indotti da occhiali di correzione inferiore o occhio nudo).
Sarà affrontata anche la fisiologia e la percezione visiva tramite i rapporti occhio-mente-emozioni-abitudini e prevede diverse tipologie di pratiche prese da altri metodi per migliorare rilassamento, centralizzazione, movimento, contrasto, tolleranza alla luce ecc… (palming, sunning, oscillazioni, memoria e immaginazione, occhiali a fori stenopeici, cromoterapia per la retina ecc…).

CHI NE PUO’ BENEFICIARE

L’educazione visiva in un futuro spero prossimo, dovrebbe essere insegnata a tutti fin dalle elementari. In questo mondo moderno e civilizzato fatto di competizione, computer, Smart-phone, I-phone, studio intenso, tante mura e pochi spazi aperti, cibi chimici ed innaturali e movimento fisico spesso assente, la miopia è diventata galoppante e la presbiopia insorge sempre più precocemente, di pari passo con patologie oculari anche gravi. Il bello dell’educazione visiva è che non siamo obbligati a rinunciare alla tecnologia per poter fare del bene ai nostri occhi.

Ne può essere interessato:

– chi vuole prevenire la miopia (chi si accorge per esempio di avere un leggero calo visivo dopo molte ore al PC o chi vorrebbe avere un occhio di riguardo per un bambino che cresce);
– chi è già miope e vuole fermare i peggioramenti;
– chi vuole migliorare la propria miopia;
– chi è miope e stabile ma ha spesso mal di testa quando sta molte ore al PC o chi accusa pesantezza, bruciore e dolori attorno agli occhi;
– chi soffre di fotofobia o ha molto fastidio con la luce del sole.
– ne possono giovare anche ipermetropi e presbiti.

PROGRAMMA DEL SEMINARIO

Dalle 10 alle 11.30 parte rivolta all’apprendimento delle basi (la conoscenza della propria “macchina” è il primo passo per sapere come farla funzionare meglio):

– Presentazione di seminaristi e istruttori (Arianna Piva e Luca speranza per il seminario di Rieti)
– Conoscere il proprio difetto e leggere una semplice prescrizione. Arianna Piva
– Anatomia e fisiologia base degli organi visivi. A.P.
– Bates, il padre della rieducazione visiva. A.P.
– Power Vision System: il principio SAID (adattamento specifico alla domanda imposta), causa e rimedio per i difetti visivi. A.P.

Dalle 11.30 alle 13 si inizia la pratica con:

– Esercizi del tempo presente (specifico per occhi; colori e forme) Luca Speranza
– Igiene visiva in 10 punti: abitudini quotidiane per prevenire e mantenere la vista, per adulti e bambini. A.P.
– Il riscaldamento e i massaggi fondamentali per prepararsi agli allenamenti. A.P.
– Power Vision System, gli esercizi base di stretching. A.P.
– La rieducazione in una visione olistica (postura, alimentazione, pensieri, azioni quotidiane, schemi mentali…). Percezione del proprio corpo posturalmente nei vari distretti e segmenti corporei (in piedi e seduti) L.S.

Dalle 13 alle 14 pausa pranzo.

Dalle 14 alle 18.30 si continua con la pratica e agli approfondimenti:

– Esercizi per prevenire, rallentare e migliorare la presbiopia.
– Come usare gli occhiali stenopeici in modo utile. A.P.
– Esercizi di velocità e prontezza di riflessi (foglio e pallina tennis ) L.S.
– Equilibrio statico, equilibrio dinamico. L.S.
– Esercizi di equilibrio di gruppo (a cerchio) L.S.
– Esercizi avanzati e il defocus retinico. A.P.
– Tavole cromatiche per una retina più sana e una vista più acuta. A.P.
– Come affrontare i controlli della vista, a quale figura professionale rivolgersi. A.P.
– Distribuzione schede di allenamento

COSA AVRAI ALLA FINE DEL SEMINARIO:
Alla fine del seminario si avranno le basi per iniziare la rieducazione visiva autonomamente con schede di allenamento, il riassunto dei metodi e le regole di igiene visiva da portare a casa. Per ulteriori quesiti sarà possibile contattarmi via mail o fissare degli incontri per velocizzare il percorso personalizzandolo sulle proprie esigenze.

DA CONSEGNARE PRIMA DEL SEMINARIO:
– Copia inviata per email dell’ultima visita oculistica e prescrizione degli occhiali, la più recente possibile che corrisponde alla gradazione dei tuoi attuali occhiali.
– Rispondere ad un breve questionario che ti sarà inviato via email il quale sarà indispensabile per creare le schede di allenamento che ti saranno consegnate alla fine del seminario.

COSA PORTARE
– L’ultima visita oculistica possibilmente fatta negli ultimi 12 mesi;
– Tutti gli occhiali che hai in casa annessa la loro gradazione (se non la conosci, basta farli misurare gratuitamente da un ottico).
– Chi li ha, può portare gli occhiali stenopeici.
– Vestiti comodi.
– SE POSSIBILE e se non arreca disagi, non venire con lenti a contatto. Per chi è in difficoltà ed usa solo lenti a contatto non si preoccupi, c’è lo stesso il modo di praticare.
– Penna e blocco per appunti.

Il Workshop è adatto sia ai principianti sia a coloro che hanno già esperienza

COSTO:
80 euro per iscrizioni entro il 19 novembre, 90 euro dopo questa data.
Gratuito fino ai 12 anni.
40 euro dai 13 ai 18 anni.

Contatti per iscrizioni:
AriannaPiva: ariannapiva ! rv | gmail ! com / 320 655 71 44

CHI SONO

Mi chiamo Arianna Piva e sono educatrice del metodo Power Vision System (titolo rilasciato dall’ideatore del metodo David De Angelis) che pratico dal 2009 integrandolo con il metodo Bates. Al contempo sono studentessa in Natruropatia e mi sono laureata all’Accademia di Belle Arti di Venezia. Non sono oculista, né optometrista né ottico, ma ho dovuto tirarmi su le maniche ed aiutarmi da sola perché a fronte di un possibile distacco di retina e peggioramenti incessanti della miopia (arrivata fino a -11 diottrie), nessuna delle figure professionali del caso è stata in grado di darmi delle soluzioni.
La degenerazione retinica e la miopia hanno smesso di peggiorare sin dal primo mese di pratica e in un anno ho eliminato la fotofobia di cui soffrivo fin dall’infanzia (occhiali da sole anche in inverno con nebbia e nuvole). In 3 anni di riabilitazione, la miopia è migliorata gradualmente permettendomi di vivere decorosamente molte ore della giornata ad occhio nudo, liberandomi anche dalla dipendenza eccessiva delle lenti a contatto (lac). Quando necessario uso gradazioni fra il -5 e il -6.50 rispetto alle situazioni e alla luce (-7.50 nelle condizioni peggiori: buio, pioggia, autostrada, tensione emotiva); la mia vita è migliorata al passo coi miei occhi.
La soddisfazione di condividere la mia esperienza e aiutare il prossimo mi ha portata a diffondere questi metodi a più persone possibili e mi ha condotta a diventare la prima esperta del metodo De Angelis.



Source link