L' ARTE A ROMA

Workshop fotografico: Il Carnevale di Venezia 2018 at Graffiti


Workshop Fotografico:
Il Carnevale di Venezia
Dal 9 all’11 febbraio 2018

Direzione e docenza: Gianni Pinnizzotto

PRE ISCRIZIONI APERTE
SE SEI INTERESSATO CONTATTACI: info | graffitiscuola ! it
Tel. 06/45439313
www.graffitiscuola.it

Perché il Carnevale di Venezia:

La Graffiti dal 1979 ha un appuntamento fisso con Venezia nei giorni in cui la città si veste in maschera per farsi ammirare dal mondo intero. Venezia è una città unica nella sua particolarissima bellezza e merita di essere apprezzata in tutti i giorni dell’anno. Durante il Carnevale diventa qualcosa di diverso: un set a cielo aperto con attori e comparse che hanno per sfondo i bellissimi palazzi che si riflettono sull’acqua della laguna. Una vera miniera per i fotografi.

L’atmosfera di Venezia durante il Carnevale è davvero magica. Nella città, in cui è assente il rumore di traffico purtroppo familiare ai non veneziani, immersa nella nebbiolina o illuminata dal sole, si possono cogliere immagini che sembrano uscite da un mondo di fantasia. Nel silenzio della città le dame camminano accompagnate dal rumore dei passi dei cavalieri e dal fruscio della seta dei propri abiti, così avanzano elegantemente verso il gran ballo in un palazzo storico di Venezia. Accanto alle maschere tradizionali non mancano quelle bizzarre e divertenti.

La fotografia nel Carnevale di Venezia

Il Carnevale di Venezia rappresenta un’occasione unica per il fotografo. Infatti unisce insieme diversi aspetti della fotografia: il reportage, il racconto di un evento, il Carnevale appunto, e il racconto di una città, Venezia; inoltre si può lavorare molto con le luci e con i riflessi, con i ritratti e con l’architettura.
Tutto ciò non deve far pensare che ottenere belle foto in questa situazione sia facile. E’ vero, ci sono le maschere, c’è Venezia ma c’è anche una grande confusione creata dalla massiccia presenza di turisti che può rappresentare un vero problema per chi vuole realizzare un reportage.

L’esperienza della Graffiti aiuta i partecipanti a ottimizzare tempi e luoghi con scelte adeguate.

La presenza di Gianni Pinnizzotto, fotografo esperto di reportage, è determinante per imparare a fotografare tra la gente, in questo caso tra tanta gente. Sotto la sua guida spazieremo tra calli, rami, rughe e salizade, fondamente e rive, campi e campielli; grazie ai ponti, e una volta anche alla gondola, attraverseremo rii, canali, bacini, darsene e pissine. Sempre alla ricerca di costumi d’epoca e maschere buffe e originali da fotografare ma anche di scorci insoliti e meno conosciuti, sempre seguendo i consigli di Gianni Pinnizzotto su composizione, luci e ombre, riflessi e colori.

La Graffiti vuole fotografare il Carnevale ma si riserva anche del tempo da dedicare a quelle zone di Venezia che non sono affatto toccate dalla festa.

Vitto e alloggio
Alloggeremo nel sestiere Castello. Faremo colazione in albergo. Pranzetti e spuntini verranno consumati in città. Una cena è prevista in una trattoria tipica non troppo lontano dall’albergo, l’altra in un locale da scegliere.

Organizzazione del viaggio
Come organizzeremo i tre giorni di reportage a Venezia?
Gran parte del tempo sarà dedicato al Carnevale, mentre una parte minore ma significativa alla città nel suo aspetto ordinario. Cercheremo anche di assicurare un paio di ore libere per fare quello che ogni volta che si va a Venezia è obbligatorio fare: andare a zonzo.

Partenza dalla Stazione Termini e arrivo a Venezia in tarda mattinata, raggiungeremo l’albergo in vaporetto per la sistemazione dei bagagli nelle stanze. Dall’albergo ci muoveremo sempre a piedi.

Avremo a disposizione due giornate quasi piene, la prima e la terza, e una giornata pienissima, la seconda. Due albe, due tramonti e due “notturne”. A secondo della temperatura e della stanchezza cercheremo comunque di realizzare foto di primissima mattina, quando le maschere escono per farsi fotografare sotto i portici di piazza san Marco, nell’ora blu, con le luci del tramonto e con quelle notturne.

La prima giornata è dedicata a piazza San Marco e ai suoi dintorni. Non ci perderemo tra la folla grazie ad una serie di appuntamenti programmati di volta in volta.
Anche il secondo giorno è dedicato alle maschere, ma non solo in piazza San Marco. Ammireremo e fotograferemo le maschere nelle calli, sui ponti, sulle fondamente di altre zone della città.
Il terzo giorno non saremo nel Carnevale, visiteremo il sestiere Cannaregio, con l’antico ghetto, e il sestiere Castello, con Punta Castello. Nel tardo pomeriggio il rientro a Roma.

PROGRAMMA DEL WORKSHOP:

1° giorno – Venerdì 9 febbraio 2018
Incontro dei partecipanti alla stazione Termini.
Partenza da Roma Termini la mattina con treno Freccia Argento. Arrivo a Venezia.
Sistemazione in hotel e visita di Venezia. Ore 21.00 cena.

2° giorno – Sabato 10 febbraio 2018
Per chi vuole sveglia alle ore 6.30. Alle ore 7.00 il Direttore vi accompagnerà in Piazza S. Marco per mostrarvi come realizzare le migliori foto delle più belle e storiche maschere. Infatti a quell’ora solo i fotografi si aggirano per la piazza, quando il sole sorge ed illumina in maniera eccezionale e magica, con ombre nette, le maschere sotto i portici del Palazzo Ducale. Rientro in hotel alle ore 8.30/9.00 e colazione.
Per tutti, sveglia ore 8.30. Colazione. L’intera giornata è dedicata alla città e alle maschere del Carnevale.
Ore 21.00 cena.

3° giorno – Domenica 11 febbraio 2018
Colazione 8.30.
Visita del ghetto ebraico e di Punta Castello.
Partenza da Venezia S. Lucia con treno Freccia Argento nel pomeriggio e rientro a Roma in serata.

SE SEI INTERESSATO CONTATTACI:
info | graffitiscuola ! it
Tel. 06/45439313
www.graffitiscuola.it

.



Source link